GLI STRATI DELLA CROSTA E LE CARATTERISTICHE DELLE ROCCE

Home
Vai indietro di una pagina
Vai alle materie di studio

La crosta terrestre è la parte solida del nostro pianeta.

La parte superficiale, quella a diretto contatto con l'aria, si chiama suolo ed è formata da materiale inorganico, come argilla, sabbia o ghiaia (rocce sbriciolate) e una parte organica chiamata "humus" (radici, legni, foglie, resti di animali, ecc.)
Nel terreno sono presenti anche acqua e aria.
Man mano che si scende in profondità, troviamo lo strato dei minerali e lo strato delle rocce sempre meno sbriciolate, fino ad arrivare alla roccia madre, durissima e compatta.

La GHIAIA è formata da rocce frantumate fino a formare granellini e sassi non molto grandi.

 

 

 

 

 

 

 

La SABBIA è formata da granelli molto piccoli.

 

 

 

 

 

 

 

 

L'ARGILLA è formata da granelli piccolissimi di roccia.

Quello che differenzia ghiaia, sabbia e argilla è solamente la dimensione del granello che le compone.

 

 

 

 

 

Infine, c'è la roccia vera e propria, formata da una massa compatta di minerali.

 

 

 

 

 

 

 

 

Come abbiamo rappresentato nel disegno, questi tipi di terreno si comportano in modo molto differente in presenza di acqua.
La ghiaia è completamente permeabile. L'acqua passa facilmente fra gli spazi dei sassolini e scivola via rapidamente negli strati sottostanti.
La sabbia è abbastanza permeabile. Inizialmente la sabbia assorbe l'acqua, ma in un secondo momento la lascia passare.
L'argilla è impermeabile. Quando l'acqua raggiunge uno strato di argilla si arresta.
La roccia, infine, è completamente impermeabile.